QUESTO È IL MIO SANGUE

Walter Maggiorani è un prete decisamente anomalo. Sospeso dalla Chiesa e condannato dallo Stato, viene fatto uscire di galera per indagare sulla scomparsa di una giovane ragazza a cui il Vaticano tiene molto. Walter non sa più a cosa tiene davvero, ma l’idea di liberare il Minotauro che ha nella testa, nelle ossa e nei pugni. Quello sì.

ACQUISTA SU AMAZON

Description

È meglio combattere per una vita migliore o affidarsi alle Sacre Scritture e aspettare l’aldilà? E cosa accade quando un ministro di Dio smette di credere alla giustizia divina? Accade che nasce un personaggio come Walter Maggiorani, prete ex galeotto, costretto a indagare per rimanere a piede libero. E le domande cui devono rispondere sono difficili. Chi ha picchiato a sangue Svetlana? Chi ha ucciso Siria Stanic? Chi ha rapito Mara Borgiani di Sant’Andrea, rampolla di nobile famiglia legata al Vaticano?
Un noir violento e sporco, anti-convenzionale come il suo protagonista. Il romanzo, il primo di Matteo Bortolotti, è stato finalista al Premio Alberto Tedeschi.

“È la storia di un prete assassino, di quello che gli gira nella testa. È la storia di un protettore e della donna che ama. Poi c’è una ragazzina scomparsa, e c’è un Minotauro con un manganello nella mano.
C’è la città, la mia bologna periferica, scritta in minuscolo, grigia e indifferente. C’è il quartiere fieristico, la piccola criminalità. Walter Maggiorani sta per arrivare, ma non chiedetegli di raccomandarvi l’anima a Dio. Dio ha più problemi di quanti voi crediate.”

Selezionato da GABRIELE SALVATORES

Uscito per la collana "Colorado Noir" di Mondadori, il romanzo è stato scelto dal regista Premio Oscar e dal Direttore della collana SANDRONE DAZIERI, fra i maestri del thriller italiano.